Le regole d'oro per una casa a prova di bambino

Le indagini sugli incidenti domestici sono preoccupanti e richiamano l'attenzione su un luogo, la propria casa, che deve rispettare determinate norme per salvaguardare la salute dei bambini.

14 ott 2013 Le ultime dal mondo della Sicurezza - Tempo di lettura: min.

sicurezza
Un bambino ha il diritto di giocare sicuro. Foto di: Wikipedia

Una casa sicura per i più piccoli è una regola da rispettare seguendo delle misure di protezione che tengano al sicuro i vostri bambini dai rischi provenienti dai pericoli annidati nell'ambiente domestico.

In base alle statistiche ISTAT, gli incidenti domestici rappresentano un’alta percentuale, che in Italia porta a calcolare ogni anno oltre i 4,5 milioni infortuni in ambito domestico, di cui 8000 con esito mortale. Una cifra che rapportata a quelle delle vittime degli incidenti sul lavoro (775 mila vittime all’anno), fa riflettere sulle insidie celate tra le mura di casa.

Tra i più colpiti, secondo le indagini effettuate da INAIL nel suo studio Infortuni Domestici:epidemiologia del fenomeno ed approfondimenti sulla popolazione infortunata, sono gli anziani e all’interno degli stessi in particolare le donne che rappresentano ben 2,4 milioni di casi sul totale.

Le statistiche INAIL dimostrano che il luogo più pericoloso dove avvengono gli incidenti è la cucina, subito dopo il soggiorno, la camera da letto, il bagno e le scale. Gli incidenti domestici maggiormente riportati riguardano cadute, tagli, urti, schiacciamenti, ustioni termiche e chimiche ma anche avvelenamenti, folgorazioni elettriche, soffocamento.

Gli incidenti domestici non risparmiano nessuna fascia d’età e sono la prima causa di morte per i bambini. Gli incidenti che li riguardano sono spesso connessi con mobili, abiti, giocattoli, bibite o cibo.

Per questo è importante seguire dei passi basilari per prevenire qualsiasi tipo di accidente:

Non bisogna lasciarli soli. Bisogna sempre evitare che rimangano soli per troppo tempo in qualsiasi stanza senza che siano contrallati da qualche adulto.

Esistono stanze che sono particolarmente suscettibili a diventare scenario di incidenti come, ad esempio, il bagno e la cucina. Per cui, quando i piú piccoli si trovano in questi spazi, bisogna prestare speciale attenzione al fatto che non ingeriscano alcun tipo di prodotto tossico, che non maneggino alcun elettrodomestico o apparato elettrico – potrebbero confonderli con dei giocattoli e farsi male - e cosa molto importante: non devono essere lasciati da soli a giocare nella vasca.

Le prese di tutta la casa devono essere sempre protette per evitare che provino ad inserirci le dita o qualsiasi altro oggetto.

I giocattoli devono essere omologati in base alla normativa europea e mostrare la corrispondente certificazione – una etichetta con la sigla CE. Cosa che garantisce che non siano fabbricati con materiali tossici né che presentino elementi pericolosi. Bisogna pure che rispettino le indicazioni sull’età che compaiono nella scatola, anche se generalmente si raccomanda che i giocattoli non siano composti da pezzi troppo piccoli né pungenti o taglienti.

Per una maggiore sicurezza e come complemento all’interfono, vi è anche la possibilità di installare delle piccole telecamere nelle stanze, particolarmente utili se si vuole monitorare il sonno dei vostri bambini.

Le regole d'oro per una casa a prova di bambino

Le regole d'oro per una casa a prova di bambino

0 Mi piace

Lascia un commento

INFORMAZIONE BASICA SULLA PROTEZIONE DEI DATI
Responsabile: Verticales Intercom, S.L.
Finalità:
a) Invio della richiesta al cliente inserzionista.
b) Attività di pubblicità e di prospezione commerciale attraverso diversi media e canali di comunicazione dei propri prodotti e servizi.
c) Attività di pubblicità e di prospezione commerciale attraverso diversi media e canali di comunicazione di prodotti e servizi di terzi appartenenti a diversi settori di attività, che possono comportare il trasferimento di dati personali a suddetti terzi soggetti.
d) Segmentazione ed elaborazione di profili per scopi pubblicitari e di prospezione commerciale.
e) Gestione dei servizi e delle applicazioni fornite dal Portale per l'Utente.
Legittimità: Consenso dell’interessato.
Destinatari: È prevista la cessione dei dati ai clienti inserzionisti per rispondere alla sua richiesta di informazioni sui servizi annunciati.
Diritti: Ha il diritto di accedere, rettificare e sopprimere i dati o di opporsi al trattamento degli stessi o di uno qualsiasi degli scopi, così come accade con gli altri diritti, come spiegato nelle informazioni aggiuntive.
Informazione addizionale: Può consultare l’informazione addizionale e dettagliata sulla Protezione dei Dati su sicurezza365.it/proteccion_datos

Articoli correlati